Vaginoplastica: correzioni strutturali della vagina, o della vulva

oggi, possiamo attuare una serie di correzioni strutturali della vagina, o della vulva, su donne che, per varie cause hanno una vagina eccessivamente “dilatata“, poco elastica, o non appagante, tipo post partum, o in menopausa.

Labioplastica di aumento o di diminuzione
Labioplastica Laser

L’intervento di labioplastica riduttiva, per mezzo di una piccola fotocoagulazione laser, ha l’obiettivo di modellare e rendere simmetriche le piccole labbra.

vaginoplasticaLa richiesta più comune, è la riduzione delle piccole labbra per evitare che si proiettino oltre le grandi labbra; inoltre, l’eccessivo sviluppo può portare ad irritazione da frizione, specie con indumenti stretti, o nelle sportive.

Con la labioplastica laser, si raggiunge questo risultato senza provocare sanguinamento, l’intervento viene fatto in anestesia locale assistita, ed il recupero in circa una settimana, senza tracce evidenti.

La labioplastica di aumento, viene eseguita nei casi in cui le grandi labbra sono smagrite, o avvizzite, post partum, o post menopausa; le grandi labbra dovrebbero coprire parzialmente le piccole labbra, ed essere volumetricamente più importanti.

Si interviene con “ lipofilling “, o con ” acido jaluronico“.

Chirurgia Plastica vagina

Vaginismo o vulvodinìa

E’ la comparsa di dolore alla penetrazione sino all’inibizione completa del rapporto. e’ una patologia molto diffusa, che può essere data da motivazioni psicologiche, oltre che alterazioni anatomiche, che inducono spasmo muscolare così violento da rendere difficile la penetrazione.

Il botulino, iniettato nella vagina, risolve il problema.

Imenoplastica

L’imenoplastica, intervento chirurgico per la ricostruzione dell’imene, ripara questa membrana ripristinando chirurgicamente le caratteristiche anatomiche vulvari della verginità.

Questo intervento è molto richiesto dalle donne che -per motivi culturali, sociali, o religiosi- sono sensibili a questo valore.

laser perineoplasty

Produce un’azione di ringiovanimento a mezzo laser della zona perineale .

Grazie alla massima precisione del raggio laser, è possibile disepitelizzare con altissima precisione il tessuto interessato. Si produrrà un tessuto “nuovo” dall’aspetto più giovane, come pigmentazione e tonicità.

vaginoplastica e liposcultura del pube

A causa dell’obesità, o del dimagrimento rapido, o semplicemente per il naturale decorso dell’età, il monte di venere può risultare eccessivamente presente, o può manifestarsi il cedimento del medesimo.

La liposcultura del pube rimodella l’adiposità in eccesso del monte di venere, o del pube in toto, oltre che delle grandi labbra della vagina, rendendo la zona snella e giovanile, e restituendo un aspetto più tonico e roseo.

La vaginoplastica, inoltre, si può attuare nello stesso tempo operatorio, e dà il rimodellamento della vagina, con lipostruttura della parete medesima, col trapianto autologo di adipocidi, “lipofilling“, in sede sottomucosa.

Come già spiegato nel lipofilling, si ha un trofismo ed aumento di volume delle sue pareti, con un restringimento del suo diametro, ma con la rigenerazione dei suoi tessuti, si ha anche un ringiovanimento della stessa, con maggiore elasticità  e tonicità.

Correzione della cicatrice post episiotomia – cosmetic vaginal tightening – LVR

L’episiotomia è una incisione eseguita lateralmente alla vagina finalizzata ad agevolare il parto; in alcuni casi, residua una apertura vaginale dilatata, o asimmetrica, e comunque residua anche per l’età o per altre cause.

La chirurgia estetica vaginale, “cosmetic vaginal tightening“, è l’intervento mirato a ridare tono e tensione ai muscoli della parte, che a seguito delle situazioni sopraelencate hanno perso le loro naturali caratteristiche.

Oltre che col lipofilling come sopraelencato, l’intervento tradizionale di vaginoplastica, consiste nell’eliminare una parte di mucosa in eccesso, e di procedere alla sintesi dei muscoli sottostanti, restringendo la parte terminale della vagina, la più sensibile, e l’orifizio esterno; tutto ciò migliora anche la sensibilità dell’atto sessuale medesimo.

La vaginoplastica si effettua in anestesia locale assistita, dura circa 30-40 minuti, e permette un pieno ritorno alle normali occupazioni in pochi giorni. L’attività sessuale può esere ripresa sopo 4-6 settimane.

FINANZIA