NANOFAT: la nuova frontiera della Medicina Rigenerativa e Tricologia

Mastoplastica additiva con lipofilling, senza protesi
1 febbraio 2017

NANOFAT: la nuova frontiera della Medicina Rigenerativa e Tricologia

 

Nanofat è una tecnica di recentissima introduzione, nata in virtù degli effetti positivi e ormai noti del trapianto di adipociti emulsionati e filtrati, ricchissimi in cellule staminali, con importanti proprietà rigenerative, in assenza dell’effetto volumizzante caratteristico del lipofilling.
Si preleva una piccola quantità  di tessuto adiposo, da una qualsiasi parte del corpo, solitamente dall’addome, viene filtrato ed emulsionato, ed iniettato nelle aree interessate, con effetto rigenerante per pelle e tessuti; il tutto senza chirurgia, tramite un piccolo forellino che si richiude da sè, senza gonfiori o stravasi importanti, che permettono una vita sociale fin dal giorno successivo.
Le cellule staminali attecchiscono entro qualche settimana, e lievitano per diversi mesi, con il risultato di un sorprendente ringiovanimento della texture, della luminosità e dell’elasticità della pelle in toto; i risultati più sorprendenti si hanno nel fotodanneggiamento a causa del sole, nel cedimento della cute per gli anni, o dimagrimenti, nelle cicatrici da acne e post traumatiche, ed anche nell’alopecia, per il miglior attecchimento nel trapianto, o per stabilizzare la caduta dei capelli standard.
Inoltre, Nanofat è una metodica che viene svolta in ambulatorio senza necessità  di ricovero, ma soprattutto è indolore.